Terre armate, scogliere e murature

Le principali lavorazioni di strutture di contenimento eseguite da Georocce sono:

  • Terre armate;
  • Scogliere;
  • Murature;

 

Le terre armate sono strutture di sostegno o sottoscarpa con parametro inclinato in funziopne delle esigenze progettuali (massimo 80°) eseguite con la tecnologia dei terrapieni rinforzati con geogriglie estruse monolitiche a giunzione integrale al 100% in HDPE di resistenza a trazione dipendente dalle caratteristiche geometriche del rilevato, dalle caratteristiche geomeccaniche del terreno, dai carichi agenti sul rilevato stesso e da eventuali sollecitazioni sismiche. Le geogriglie sono contenute da un cassero di guida e di appoggio "a perdere" in rete elettrosaldata e rivestite interamente in facciata da un feltro vegetativo preseminato antierosivo.

 

Le scogliere sono opere longitudinali, molto frequenti lungo un corso d'acqua, sia nelle parti montane che in pianura. In funzione dell'ambito cui devono operare, possono variare le tipologie, ma il loro obbiettivo resta quello di difendere dall'erosione le sponde  e di contenere i livelli idrici all' interno della zona attiva dell'alveo o sulle aree che si e' progettato di destinare alla piena. La scogliera e' una struttura flessibile costituita da massi di grandi dimensioni (o,5 - 1,0 mc.) reperiti da cave o in alveo. Gli spazi tra i massi possono essere intasati con calcestruzzo o terra, per favorirne la coesione.

 

Le opere murarie che chiamiamo semplicemente "murature" pur avendo origini antichissime, ancora oggi trovano largo impiego nelle costruzioni civili per la loro durabilita', affidabilita' e semplicita' costruttiva. Tutte le murature ad eccezzione di quelle a secco e in pietra da taglio a grossi blocchi, sono costituite dall'unione di due materiali, dai quali di solito uno molto resistente (pietra naturale) e da un secondo materiale di solito meno resistente (malta,cemento). Gli elementi lapidei devono soddisfarre i seguenti requisiti: - provenire da abbattimenti di roccia; - non essere sfriabili o sfaldabili; - resistere al gelo; - non contenere sostanze solubili o residui organici; - non presentare parti alterate o facilmente rimovibili; - avere sufficienza resistenza sia allo stato bagnato che asciutto; - avere buona adesivita' a malte e cemento; - le pietre recuperate in vecchie murature devono essere puliti e lavate per riutilizzarle. Le murature con elementi naturali si distinguono in due gruppi:

 1) muratura di pietrame a secco;

E' una delle strutture piu' antiche create dall' uomo, ancora oggi impiegata per delimitare i terreni in campagna. Il muro viene costruito assestando a mano i conci o pietre e rinzeppando i vuoti con sgaglie di pietra piu' piccola.

 2) muratura di pietra;

Ne esistono di diversi tipi: - murature in pietra squadrata; - murature con paramento di pietra squadrata; - muratura di pietrame faccia vista.

 

 

 

Le nostre realizzazioni

CLICCARE SULLE ANTEPRIME per visualizzare gli ingrandimenti

 

Risultati 1 - 15 di 26
|  1   |  2   |

Reperibilità

Per urgenze potete contattarci al numero:

337 473255

Georocce snc di Tomasoni Angelo e F.lli

Via Nuova, 66  |  38061 Ala (TN)  |  Tel.: 0464 679011 -  Fax: 0464 674184  |   E-Mail:
P. IVA e Cod. Fisc. 00350200226

Tutti i contenuti e le immagini che compaiono in questo sito sono di proprietà di Georocce snc.
Tutti i diritti riservati. Qualsiasi materiale potrà essere utilizzato esclusivamente con il preventivo consenso scritto del titolare.

Realizzato da: www.isterika.it